Su il sipario sul Trofeo Coni 2022, il presidente Malagò: “Lo sport unisce, coronate i vostri sogni”

Una manifestazione targata Coni che ha portato in Toscana oltre 3100 atleti nella fascia di età di 10-14 anni e più di 800 tecnici e accompagnatori in rappresentanza di 23 delegazioni

0
241
Trofeo Coni 2022

Nemmeno il maltempo guasta l’apertura della settima edizione del Trofeo Coni 2022: il Palazzetto dello Sport di Chianciano Terme, sede della cerimonia di apertura della più importante manifestazione sportiva under 14 in Italia, dopo lo spostamento dallo stadio comunale “Mario Maccari” a causa delle condizioni meteo avverse, si è animato per l’inaugurazione dell’edizione 2022 della rassegna.

Una manifestazione targata Coni che ha portato in Toscana oltre 3100 atleti nella fascia di età di 10-14 anni e più di 800 tecnici e accompagnatori in rappresentanza di 23 delegazioni (compresi quelli delle comunità italiane di Canada e Svizzera) che hanno sfilato nel Palazzetto dello Sport di Chianciano, riallacciando un racconto interrotto nel 2020 a causa della pandemia da Covid-19.

Su il sipario sul Trofeo Coni 2022, il presidente Malagò: “Simbolicamente importante”

Sugli spalti il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il presidente del comitato organizzatore e numero uno del Coni Toscana, Simone Cardullo, il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, il presidente dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese Giacomo Grazi, e i sindaci dell’Unione, partner istituzionali dell’evento, a partire dal sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti, sede anche della cerimonia di chiusura di sabato 1 ottobre e dal sindaco di Montepulciano, Michele Angiolini.

Ma in tribuna ci sono anche numerosi rappresentati dello sport italiano, dalla vicepresidente del Coni, Claudia Giordani ai membri di Giunta e del Consiglio Nazionale Coni, i presidenti Federali e dei Comitati Regionali. L’inno è affidato al tenore, ex azzurro del rugby, Denis Dallan.

“Vivi il tuo sogno”

In “Vivi il tuo sogno”, claim dell’evento c’è tutto il fascino dei cinque cerchi grazie anche al video messaggio del presidente del Cio, Thomas Bach, che ha salutato i giovani campioni. “Cari amici olimpici, tanti auguri per la vostra partecipazione al Trofeo Coni – le parole dell’olimpionico tedesco -. Vi auguro il meglio e spero possiate godervi al massimo questi giorni di sport con amici da tutta Italia e ringrazio il Coni che porta avanti questa grande iniziativa nel vero spirito olimpico. Divertitevi e spero che un giorno vi vedremo come atleti ai Giochi Olimpici. Ciao!”.

“Sono molto felice di essere qui, dopo due anni di assenza in cui il Covid ci ha penalizzato moltissimo – ha detto il presidente Malagò – Ringrazio il presidente della Regione Toscana, il presidente del Coni Toscana e tutti i sindaci dell’Unione. Oggi è qualcosa di simbolicamente importante, di una storia che hanno provato a toglierci. Il messaggio del presidente del Cio vi ha augurato di coronare i vostri sogni e di entrare a far parte della famiglia olimpica. Questo è lo spirito con cui, divertendovi, dovete vivere questi due giorni. Il Paese ci vuole molto bene, il Coni è l’Italia e lo sport ci unisce. Ai ragazzi e a queste ragazze dico di divertirsi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here