Storia e origini del tango argentino: la passione del ballo che conquista il mondo

0
149

Il tango argentino è un ballo che incanta tutto il mondo grazie alla sua passione, al suo stile e alla sua storia. Originario del Rio de la Plata, il tango argentino rappresenta una vera e propria cultura che è riuscita a conquistare persone di ogni età e nazionalità. In questo articolo scopriremo la storia e le origini del tango argentino e capiremo perché questo ballo è così amato in tutto il mondo.

La storia del tango argentino

Il tango argentino nasce a Buenos Aires, verso la fine del XIX secolo, come un ballo periferico, tipico delle zone popolari della città. Si dice che la nascita del tango sia stata influenzata dalla presenza di immigrati provenienti dall’Italia, dalla Spagna e dall’Africa, che portarono con sé la loro musica e le loro danze tradizionali.

Il tango argentino si diffuse rapidamente nelle zone portuali e, nel giro di pochi anni, divenne il ballo più popolare dell’ Argentina. Durante la Belle Époque, il tango veniva ballato anche nei saloni più eleganti della città, dove gli aristocratici argentini lo utilizzavano come ballo sociale.

Le origini del nome “tango”

Attorno all’origine del nome “tango” esistono diverse teorie. Una delle più accreditate fa riferimento alla parola africana “tangom”, che significa “luogo in cui si balla”. Un’altra teoria suggerisce che la parola “tango” derivi da un’espressione in lingua spagnola che indica il contatto tra due oggetti, come ad esempio il suono della scarpa che batte sul pavimento.

Gli elementi del tango argentino

Il tango argentino è composto da tre elementi principali: il ballo in sé, la musica e la poesia. La musica del tango ha origine nella fusione tra la musica africana, spagnola e italiana. Uno strumento tipico del tango argentino è il bandoneón, una specie di fisarmonica che conferisce alla musica del tango il suo caratteristico suono nostalgico e appassionato.

Il tango argentino è un ballo molto sensuale e passionale, che richiede grande destrezza e capacità di improvvisazione. I ballerini di tango argentino cercano di comunicare, attraverso il loro ballo, la tenerezza e la passione che sono alla base di questa danza.

Il tango argentino nel mondo

Oggi il tango argentino è uno dei balli più amati e diffusi al mondo. Ogni anno, Buenos Aires ospita il “Campionato del Mondo di Tango”, un evento che attira appassionati di tango da tutto il globo. In Italia, il tango argentino si è diffuso durante gli anni ’80 e oggi ci sono molte scuole e associazioni che propongono corsi di tango sia per principianti che per ballerini avanzati.

I principali stili di tango argentino

Esistono numerosi stili di tango argentino, ma i più diffusi sono il tango canyengue, il tango salón e il tango nuevo. Il tango canyengue è caratterizzato da un movimento molto cadenzato dei fianchi e dalle gambe piuttosto divaricate. Il tango salón, invece, prevede movimenti più raffinati e sofisticati e richiede una maggiore precisione tecnica. Il tango nuevo, infine, si caratterizza per una maggiore libertà di improvvisazione e per il suo approccio più moderno e sperimentale rispetto agli altri stili.

  • Il tango argentino è originario di Buenos Aires e rappresenta una parte importante della cultura dell’Argentina;
  • Il tango argentino è composto da tre elementi principali: il ballo, la musica e la poesia;
  • Il tango argentino è un ballo molto sensuale e passionale;
  • Nel mondo esistono numerosi stili di tango argentino, tra i più diffusi ci sono il tango canyengue, il tango salón e il tango nuevo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here