La Cavese supera il Bitonto con Banegas e mantiene il primato in classifica

Il colpo di testa del pocho, su angolo di Aliperta, vale la settima vittoria in campionato. Insegue solo il C. di Fasano a -2, mentre distano a -5 le perdenti Brindisi e Casarano

0
50
cavese bitonto 6 novembre 2022

La Cavese risolve anche la pratica Bitonto al Simonetta Lamberti e grazie ad un colpo di testa di Banegas, su calcio d’angolo battuto da Aliperta, ottiene la sua terza vittoria consecutiva, la settima in campionato e la quarta tra le mura amiche. Come al solito, il match è stato tutt’altro che semplice per Aliperta e compagni a causa di un avversario ben ordinato in campo sempre pronto a spezzare ogni iniziativa della capolista. In difesa non si è rischiato praticamente nulla e le intenzioni di conquistare i tre punti erano ottime, ma trovare la via della rete è stata davvero un’impresa per i biancoblù.

La Cavese supera il Bitonto con Banegas e mantiene il primato in classifica

Il tecnico Troise ha a disposizione l’intera rosa, tranne D’Angelo, ma deve fare i conti con l’infortunio improvviso di Lomasto sostituito poi da Munoz al centro della difesa che quindi farà coppia con il rientrante Fissore. Davanti a Colombo, a completare la zona difensiva, ci sono Rossi a destra e Maffei a sinistra, ma il centrocampo ritorna a tre con Aliperta, Palma e Puglisi. In attacco, a supportare Foggia, ci sono Banegas a destra, preferito a Bacio Terracino e Gagliardi a sinistra.

Il Bitonto di mister Loseto è rimaneggiato a causa delle assenze pesanti di Basile, Lucchese, Gianfreda e Taurino e nonostante l’atteggiamento difensivo che assume sin dalle prime battute dell’incontro, non rinuncia ad avanzare quando nascono i presupposti.

Il ricordo del piccolo Nico Rubini, nipote del direttore sportivo neroverde Leonardo

Prima del fischio d’inizio, nel ricordo del piccolo Nico Rubini, nipote del direttore sportivo neroverde Leonardo Rubini, tragicamente scomparso in settimana all’età di sei anni, la società Cavese omaggia il Bitonto con un bouquet di fiori e con una piccola maglia con le firme di tutti i giocatori della formazione biancoblù. Inoltre, gli ultras aquilotti espongono uno striscione con dedica a tal proposito, mentre non è mancato neanche il toccante omaggio dei tifosi bitontini giunti a Cava.

La squadra ospite giocherà, ovviamente, col lutto al braccio. La gara inizia con la Cavese in avanti che vuole dimostrare la sua impronta da capolista con il possente Aliperta, che fa valer la sua fisicità a centrocampo, con Banegas che sulla destra è imprendibile e con l’asse sinistro Maffei-Gagliardi che ben figura, anche se le giocate biancoblù nasceranno quasi sempre dall’altro lato.

Il primo tempo: il Bitonto copre gli spazi, la Cavese sfiora il vantaggio

Il Bitonto bada molto più a non prenderle concentrandosi sull’agonismo e sulla copertura degli spazi e dunque, grazie a questo, il portiere Petrarca non dovrà sudare tanto per difendere la sua porta. Il primo tentativo lo fa però il Bitonto con Palazzo al 15,’ quando, servito da Clemente, s’invola verso la porta ma spara alto, mentre al 24’ la Cavese sfiora il vantaggio quando Banegas, servito da Maffei dalla sinistra su passaggio filtrante di Munoz, manda di testa di poco fuori, complice anche una deviazione di un difensore ospite. Dal calcio d’angolo di Aliperta, la palla giunge al lato opposto su Munoz il quale supera un avversario, entra in area e serve al centro Palma il quale lascia scorrere per Gagliardi, ma l’ex Gelbison tira di piatto e trova la respinta di Carullo.

La Cavese insiste ancora dalla destra al 32’: Rossi serve Palma che lancia in avanti per Foggia il quale appoggia di petto per Banegas che a sua volta alza al centro, ma la respinta di testa di Tangorre diventa un ponte aereo per Gagliardi il quale tira al volo e trova la deviazione in corner di Petrarca, tra l’altro non ravvisata dall’arbitro. Al 35’, sempre dalla destra, questa volta è Aliperta ad alzare in area: la testa di Fissore, il quale evita il fondo per un soffio, è un buon assist per l’accorrente Palma, ma la palla è troppo alta per consentirgli, di testa, di imprimere forza e dunque Petrarca può bloccare facilmente. Al 42’ Munoz si procura una distorsione alla caviglia e Troise è costretto a sostituirlo con il rientrante Altobello.

Il secondo tempo: la Cavese trova il gol partita

Nella ripresa il copione non cambia ma la Cavese trova il gol partita al 50’ quando, su angolo di Aliperta, l’attaccante Banegas è indisturbato in piena area e può battere di testa Petrarca. Al 57’ ci prova Figliolia sul versante destro provando invano a beffare Colombo con un sinistro dalla distanza. Stesso tentativo svanito, invece, da Aliperta al 60’ con Petrarca che para a terra. Al 66’ prima vera occasione per il Bitonto con una punizione di Maffei C. da posizione centrale, ma Colombo devia in angolo: la punizione, tra l’altro, era stata concessa generosamente dall’arbitro. Dal calcio d’angolo che ne scaturisce, Silletti manda di testa fuori.

La gara prosegue con la Cavese alla ricerca del raddoppio e con il Bitonto che avanza per tentare di riportare il punteggio in parità e dopo qualche intervento in uscita di Colombo, gli aquilotti hanno la possibilità di usufruire di qualche contropiede, ma gli stessi non sapranno sfruttare al meglio. Il più clamoroso arriva al 92’ quando ai biancoblù gli capita un tre contro uno: Gagliardi sulla sinistra, nel tentativo di servire al centro, prima spara su Tangorre e poi sul portiere Petrarca il quale smanaccia sui piedi di Bubas: l’attaccante metelliano spara a botta sicura ma trova il salvataggio sulla linea di porta di Silletti. Al triplice fischio, dopo 7 interminabili minuti di recupero, gli aquilotti si confermano al comando della classifica allontanando di altri tre punti le perdenti Brindisi e Casarano, mentre sono tallonati, a due punti, dal vincente C. di Fasano.

CAVESE 1  – BITONTO 0
50’Banegas
Al 92’ Silletti salva sulla linea un tiro di Bubas

CAVESE (4-3-3): Colombo; Rossi, Munoz (42’Altobello), Fissore, Maffei M.(88’D’Amore); Aliperta, Palma (57’Salandria), Puglisi (79’Bezzon); Banegas, Foggia (66’Bubas), Gagliardi
In panchina: Angeletti, Bubas, Bacio Terracino, Bezzon, Tufano, D’Amore, Salandria, Altobello, Gaeta
Allenatore: Emanuele Troise

BITONTO (4-3-3): Petrarca; Tangorre, Gomes, Silletti, Carullo (82’Losavio); Ungredda (77’Riefolo), Clemente, Mariani (63’Ciafardini); Palazzo (82’Muscatiello), Figliolia S., Chiaradia (63’Maffei C.)
In panchina: Figliolia A., Cutrone, Spinelli, Losavio, Maffei C., Ciafardini, Riefolo, Muscatiello, Moscelli
Allenatore: Michele Loseto

SQUALIFICATI: /
INFORTUNATI: Lomasto (Cavese). Basile, Lucchese, Gianfreda, Taurino (Bitonto)
ARBITRO: Alessandro Pizzi di Bergamo
SPETTATORI: circa 1500 con circa 20 ospiti
AMMONITI: Aliperta, Fissore, Palma. Carullo, Figliolia, Gomes
ESPULSI: /
ANGOLI: 5-2
RECUPERO: 2pt, 7st

Andrea Siani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here