Escrima: scopri le tecniche di difesa e attacco delle arti marziali filippine

0
122

Siete interessati alle arti marziali filippine? Allora provate l’Escrima, una disciplina che vi insegna tutte le tecniche di difesa e attacco per il combattimento. Con questa antica arte marziale, potrete farvi trovare pronti in qualsiasi situazione e difendervi anche dagli avversari armati. Scoprite di più su Cavasport, dove troverete una guida dettagliata sulle tecniche di base dell’Escrima.

Origine e Storia dell’Escrima

L’Escrima è una disciplina marziale delle Filippine, che utilizza i bastoni come armi principali. Questa arte marziale si concentra soprattutto sull’uso delle armi e sulla difesa personale. L’Escrima nasce nel XVI secolo, in quanto gli spagnoli avevano occupato le Filippine e avevano vietato l’uso delle armi. Si racconta che i filippini svilupparono l’Escrima come una forma di difesa personale contro le armi spagnole. Il combattimento corpo a corpo, l’uso delle armi e il controllo della forza sono elementi fondamentali dell’Escrima.

Le tecniche dell’Escrima

1. Le posizioni

Le posizioni sono il fondamento delle tecniche di Escrima. Posizionare correttamente i piedi e le braccia è essenziale per eseguire le mosse correttamente. La posizione di base è detta “posizione neutrale” e consiste nell’appoggiare i piedi alla stessa larghezza delle spalle. Dalle posizioni si passa alle finte, ai blocchi, alle riposte e agli attacchi. Esiste anche una posizione detta “posizione di attacco” da cui è possibile eseguire una serie di mosse offensive.

2. Le Strategie dell’Escrima

L’Escrima si concentra sulla creazione di uno spazio di separazione tra il combattente e il proprio avversario. L’obiettivo è quello di creare una finestra di tempo in cui è possibile attaccare senza subire danni. Questa disciplina si basa sulla velocità, sulla precisione e sulla forza. Le strategie di Escrima si suddividono in offensive e difensive. Gli attacchi possono essere eseguiti con una varietà di movimenti, come per esempio la “stoccata”, un attacco diretto, o la “spazzata”, un attacco che colpisce le gambe dell’avversario.

3. Il combattimento corpo a corpo

  • L’Escrima crea una strategia di difesa che richiede il controllo dell’avversario. Il combattente utilizza il proprio corpo per bloccare gli attacchi dell’avversario e per riprendere l’iniziativa del combattimento. L’Escrima include tecniche come il “doppio bastone”, una tecnica che utilizza due bastoni per attaccare l’avversario contemporaneamente. Questa tecnica richiede un controllo preciso dell’arma e un grande equilibrio.
  • Nella fase di combattimento corpo a corpo, la prossimità fisica fra i combattenti richiede un grande equilibrio e una profonda conoscenza delle tecniche di difesa. È importante mantenere costantemente il controllo degli avversari e utilizzare le tecniche giuste in ogni situazione. Questa fase richiede anche una grande resistenza fisica e mentale.

Scoprite maggiori informazioni sulle tecniche dell’Escrima su questo sito web.

l’Escrima è una disciplina marziale che si concentra sull’uso delle armi e sulla difesa personale. Le posizioni sono il fondamento di questa arte marziale, ma le strategie offensive e difensive sono altrettanto importanti per l’Escrima. Il combattimento corpo a corpo richiede un grande equilibrio fisico e mentale, oltre a una conoscenza profonda delle tecniche di difesa e attacco.

Cliccate qui per scoprire di più sulle tecniche base dell’Escrima.

Foto di | Unsplash

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here