Aikido: Guida alle tecniche base per imparare questo arte marziale

0
173

Il **Aikido**, un’arte marziale nata in Giappone, è sempre stata affascinante per molti. Gli esperti la descrivono come un sistema di autodifesa che utilizza l’energia dell’avversario per mettere a segno una serie di tecniche di immobilizzazione e proiezione.
Questa disciplina giapponese ha radici antiche: la sua filosofia si basa sui principi della pace, della giustizia e della compassione. L’Aikido infatti, non prevede l’utilizzo della forza né l’attacco diretto, ma punta a canalizzare e indirizzare la forza dell’avversario a proprio vantaggio.
In questa *guida alle tecniche base per imparare l’Aikido*, vedremo come questa disciplina possa essere utile non solo nell’ambito della sicurezza personale ma anche a livello mentale e fisico.

## Origini e filosofia dell’Aikido
Il **Aikido** nacque alla fine degli anni ’20 grazie al maestro Morihei Ueshiba, un esperto di arti marziali che cercò di sviluppare una disciplina che andasse oltre le tradizionali tecniche di difesa personale. L’obiettivo principale dell’Aikido è quello di armonizzare con l’energia dell’avversario e non opporsi ad essa, per questo motivo l’esecuzione delle tecniche richiede grande agilità e capacità di adattamento. La filosofia dell’Aikido è basata sulla non-resistenza e sulla sconfitta del proprio ego, per entrare in contatto con l’energia vitale dell’universo.

## Tecniche di base dell’Aikido
Per imparare le tecniche base dell’Aikido è necessario iniziare con un programma di allenamento specifico. I principianti partono dalla posizione *kihon*, ovvero la posizione di base usata per le tecniche di impatto, successivamente si passa alle tecniche di immobilizzazione e di proiezione, che richiedono agilità, forza ed equilibrio. Tra le tecniche di base più importanti dell’Aikido troviamo il *tenkan*, un’azione di rotazione eseguita con un passo laterale che crea uno svuotamento dell’area di attacco, e il *irimi*, una tecnica di entrata che permette di disorientare l’avversario e a creare uno spazio vitale in grado di ridurre il rischio di un eventuale attacco.

### Yokomen-uchi
Una delle tecniche di base dell’Aikido è lo *yokomen-uchi*, ovvero il colpo laterale con la spada giapponese. Il praticante dell’Aikido deve essere in grado di evitare il colpo laterale dell’avversario, per poi immobilizzarlo utilizzando tecniche di leva e di proiezione. Quando l’avversario esegue la tecnica di *yokomen-uchi*, il praticante dell’Aikido deve svuotare l’area di attacco del colpo, evitare la linea d’azione mediante una rapida rotazione del corpo, e successivamente applicare una tecnica di immobilizzazione o di proiezione.

### Katate-dori
La tecnica di *katate-dori* è una delle tecniche base dell’Aikido che consiste nell’utilizzo della mano per immobilizzare l’avversario. In questa tecnica l’avversario afferra il polso del praticante della mano armata, successivamente il praticante esegue una rotazione del corpo, al fine di strappare la presa dell’avversario. Nel momento in cui l’avversario viene destabilizzato, il praticante dello Aikido utilizza una tecnica di immobilizzazione o di proiezione.

## Considerazioni finali
l’Aikido non è solo un’arte marziale ma una vera e propria filosofia di vita. Questa disciplina permette di sviluppare un’ottima capacità di concentrazione, un maggiore controllo del proprio corpo e una elevata consapevolezza di sé stessi. Se siete interessati a imparare l’Aikido consigliamo di rivolgersi ad una scuola specializzata, come la *Motus Academy ASD Salerno Aikido e Ginnastica*, dove gli istruttori esperti saranno in grado di guidarvi in un percorso di apprendimento completo e sicuro. Per conoscere meglio la storia dell’Aikido e la sua evoluzione consigliamo di leggere la *Guida completa sull’Aikido e la sua evoluzione* presente sul sito di **Cavasport.it**.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here